VILLA STORICA CON PARCO

EMPOLI (FIRENZE) - Località Ponte a Elsa - Via della Bastia n. 9

Descrizione della Proprietà
           

 

 
Villa storica denominata “VILLA LA BASTIA”.
Il compendio immobiliare è composto da una villa storica principale libera su tutti i lati, oltre a minori corpi di fabbrica. Completano la consistenza immobiliare le aree esterne in parte adibite a giardini pertinenziali della villa e terreni agricoli.
 
Gli edifici risalgono al XVI e XVII secolo, costruiti sui resti di un antico fortilizio.
L’edificio ha la struttura portante tradizionale in muratura; le facciate sono intonacate e tinteggiate; le finestre al piano terra sono incorniciate da elementi in pietra completate con griglie metalliche, in alcuni casi provviste di persiane; le falde di copertura sono inclinate con manto di laterizio. Il portone di accesso al salone centrale è realizzato in legno inserito in un portale di pietra.
 
 
Lo stato di conservazione generale dell’edificio è scadente, sia a livello di impianti che finiture interne ed esterne, risultando inagibile anche per cause strutturali diffuse sull’intero fabbricato sia a livello dei solai orizzontali, murature e collegamenti verticali che di copertura. Sono evidenti cedimenti strutturali dei solai, crollo di controsoffitti causati dalle infiltrazioni di acqua piovana proveniente dal cedimento di porzioni dei solai di copertura. Al piano terreno sono presenti vari puntellamenti delle travi di copertura. Si precisa che l’originaria copertura dei locali al piano terra distribuiti nel corpo di fabbrica ad un piano è crollata ed è stata sostituita da una struttura di lamiera grecata a carattere provvisorio. Inoltre le parti esterne sono completamente invase da vegetazione spontanea quali arbusti/rovi/cespugli. Per motivi di sicurezza non è stato possibile effettuare il sopralluogo di alcuni locali, tra cui le colombaie, e dell’intero piano interrato.
 
La Villa di forma ad “U” è distribuita su tre piani oltre a quello interrato e due torrette, intorno ad una corte centrale e sviluppantesi in altezza con due colombaie, e catastalmente composta da tre appartamenti, il tutto con destinazione d’uso residenziale della seguente consistenza:
– piano seminterrato, locali ad uso cantine comunicanti tra loro, dotate di collegamento diretto con il piano soprastante mediante una scala interna;
– piano terreno, locali ad uso deposito con ingresso diretto dall’area esterna, oltre il manufatto esterno denominato “limonaia” con annesso resede. Si tratta di un corpo accessorio adiacente alla Villa;
– piano terreno, il piano è adibito a residenza con vari locali funzionali all’abitazione (cucine, camere, tinelli, salotti, ingressi e disimpegni, e bagni) oltre corte esclusiva;
– piano terreno, trattasi del parco esterno circostante la Villa, su cui insistono piante ad alto fusto, compresa la viabilità di accesso, e un pozzo. Sul muro di sostegno delle rampe di accesso, lato parco, si trova un’apertura che conduce all’interno della Villa;
– piano primo, con ingresso principale dalla doppia scala esterna, distribuito prevalentemente con camere, bagni, disimpegni ed accessori oltre a varie sale;
– piano secondo, distribuito prevalentemente con camere, bagni, disimpegni ed accessori oltre a varie sale;
– piano terzo, due locali ad uso ripostiglio distribuiti nelle due torri;
– piano quarto, due locali ad uso ripostiglio distribuiti nelle due torri.
 
 
 
DIMENSIONI
La superficie netta della Villa è la seguente:
– piano interrato della superficie di mq.190,00 circa;
– piano terra accessori e limonaia della superficie di mq.210,00 circa;
– piano terra abitativo della superficie di mq.320,00 circa;
– piano primo della superficie di mq.340,00 circa;
– piano secondo della superficie di mq.470,00 circa;
– piano terzo della superficie di mq.40,00 circa;
– piano quarto della superficie di mq.40,00 circa;
– aree comuni della superficie di mq.106,00 circa.
 
 
DIMENSIONI GENERALI
Villa, accessori e terrenimq. 1719,00 ca.
Bosco Ceduo p.lla 31mq. 2510,00 ca.
Vigneto p.lla 32mq. 1240,00 ca.
Semin Arbor p.lla 33mq. 1030,00 ca.
Semin Arbor p.lla 630mq. 780,00 ca.
Area urbana sub.4mq. 295,00 ca.
Area urbana sub.6mq. 541,00 ca.
 
 
 
 
RIFERIMENTI CATASTALI
Catasto Fabbricati del comune di Empoli:
– foglio di mappa 32, particella 29 – subalterno 509, via della Bastia n.9 piano T, categoria F/1, consistenza mq.26;
– foglio di mappa 32, particella 29 – subalterno 510, via della Bastia n.9 piano T, categoria F/1, consistenza mq.40;
– foglio di mappa 32, particella 29 – subalterno 513, via della Bastia n.9 piano T, categoria F/1, consistenza mq.49;
– foglio di mappa 32, particella 29 – subalterno 514, via della Bastia n.9 piano T, categoria F/1, consistenza mq.61;
– foglio di mappa 32, particella 29 – subalterno 515, via della Bastia n.9 piano T, categoria F/1, consistenza mq.55;
– foglio di mappa 32, particella 29 – subalterno 516, via della Bastia n.9 piano T, categoria F/1, consistenza mq.53;
– foglio di mappa 32, particella 629 – subalterno 4, via della Bastia n.8 piano T, categoria F/1, consistenza mq.295;
– foglio di mappa 32, particella 629 – subalterno 6, via della Bastia n.8 piano T, categoria F/1, consistenza mq.541;
– foglio di mappa 32, particella 29 – subalterno 505, via della Bastia n.8 piano T, categoria F/1, consistenza mq.4223;
– foglio di mappa 32, particella 29 – subalterno 1, via Bastia Santa Fiora
n.8 piano T, categoria A/4, classe 3, consistenza 10 vani, superficie catastale mq.299 (escluse aree scoperte mq.299), rendita Euro 697,22;
– foglio di mappa 32, particella 29 – subalterno 2 graffato alla particella 30 (limonaia), via Bastia Santa Fiora n.8 piano 1-2, categoria A/8, classe 1, consistenza 28,5 vani, superficie catastale mq.1049 (escluse aree scoperte mq.1049), rendita Euro 5.814,01;
– foglio di mappa 32, particella 29 – subalterno 500, via della Bastia n.8 piano T, categoria A/4, classe 3, consistenza 6 vani, superficie catastale mq.175 (escluse aree scoperte mq.175), rendita Euro 418,33 – classamento e rendita non rettificati entro dodici mesi dalla data di iscrizione in atti della dichiarazione d. m. 701/94;
– foglio di mappa 32, particella 29 – subalterno 518, via della Bastia n.9 piano T, categoria F/1, consistenza mq.53;
– foglio di mappa 32, particella 631, via della Bastia n.8 piano T, categoria F/1, consistenza mq.241;
– foglio di mappa 32, particella 632, via della Bastia n.8 piano T, categoria F/1, consistenza mq.299.
Si evidenziano le seguenti parti a comune:
– p.lla 26 sub. 535 BCNC passaggio pedonale e carrabile a servizio dei subalterni 501, 502, 504, 506, 510, 516, 518, 520, 527, 529, 531, 533, 538, 539, 540, 541, 542, 564, 566, 568 della particella 26, subalterni 1, 2, 500, 505 della particella 29 e subalterni dal 500 al 537 della particella 673;
– p.lla 29 sub. 506 BCNC passaggio pedonale a servizio dei subalterni 501, 504, 538, 539, 540 della particella 26;
– p.lla 29 sub. 507 BCNC passaggio pedonale e carrabile a servizio dei subalterni 501, 504, 516, 518, 520, 538, 539, 540, 541, 542, 564, 566, 568 della particella 26, e subalterni 1, 2, 500, 505 della particella 29;
– p.lla 29 sub. 517 BCNC passaggio per ispezione e pulizia delle fosse biologiche e pozzetto sgrassatore a servizio dei subalterni 501, 506, 510, 516, 520, 538, 539, 541, 542, 564, 566, 568 della particella 26;
– p.lla 629 sub. 3 BCNC passaggio pedonale e carrabile a servizio dei subalterni 501, 504, 516, 518, 520, 538, 539, 540, 541, 542, 564, 566, 568 della particella 26 e subalterni 1, 2, 500, 505 della particella 29;
– p.lla 629 sub. 5 BCNC passaggio pedonale e carrabile a servizio dei subalterni 1, 2, 500, 505 della particella 29;
– p.lla 629 sub. 7 BCNC passaggio pedonale e carrabile a servizio dei subalterni 501, 502, 504, 506, 510, 516, 518, 520, 527, 529, 531, 533, 538, 539, 540, 541, 542, 564, 566, 568 della particella 26, subalterni 1, 2, 500, 505 della particella 29 e subalterni dal 500 al 537 della particella 673.
Catasto Terreni del comune di Empoli:
– foglio di mappa 32, particella 31: qualità Bosco ceduo, classe 1, superficie mq.2.510, R.D. € 3,81, R.A. € 0,78;
– foglio di mappa 32, particella 32: qualità Vigneto, classe 2, superficie mq.1.240, R.D. € 8,47, R.A. € 5,76;
– foglio di mappa 32, particella 33: qualità Semin Arbor, classe 1, superficie mq.1.030, R.D. € 7,56, R.A. € 3,99;
– foglio di mappa 32, particella 630: qualità Semin Arbor, classe 3, superficie mq.780, R.D. € 2,76, R.A. € 2,01.
 
 
CONFORMITÀ CATASTALE, EDILIZIA ED URBANISTICA
L’intestazione catastale è corretta. Le planimetrie catastali sono sostanzialmente conformi al loro stato attuale, anche se le due torrette non sono rappresentate. Sulla planimetria catastale del sub. 2, il corpo di fabbrica al piano terra in aderenza al fabbricato principale è definito “fabbricato rurale”. Quest’ultimo è stato successivamente accatastato con l’attribuzione del subalterno 500.
Si dichiara la conformità edilizia della Villa rispetto allo stato dei luoghi e alla data del sopralluogo.
 
 
 
VINCOLI
Le particelle catastali 631 e 632 rappresentano due aree scoperte destinate a parcheggio pubblico e verde pubblico che devono essere cedute al comune di Empoli, così come previsto dal Piano di Recupero convenzionato.
L’edificio e le aree denominate “Villa La Bastia” costituiscono un bene culturale di particolare interesse storico ed artistico, distinte al Catasto (N.C.E.U.) al foglio 32, part.29 – subb.1, 2, 500, e part.30 (graffata con part.29 sub.2) e in Catasto (N.C.T.) al foglio 32, partt. 29, 30, 31, 32, 33 e 630; il complesso è stato dichiarato di interesse particolarmente importante ed è sottoposto a tutte le disposizioni di tutela contenute nel D. Lgs. 42/2004 e ss.mm.ii. – DECRETO n.601/2010 – Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistico della Toscana.
L’intera particella 29 (fabbricato e pertinenza esterna) risulta sottoposta al vincolo del Ministero dei Beni e le Attività Culturali – Soprintendenza dei Beni Culturali Architettonici Paesaggistici e Storici per la quale è stato rilasciato il Nulla Osta n.739 in data 12/01/2012 ha limitato l’attività edilizia sui subalterni 501, 502, 503, 504 e 505 e 30, 31, 32, 33 e 630, precisa che “la gestione e l’utilizzo dell’area esterna tutelata è da considerarsi indivisa”. Le condizioni riportate su detto Nulla-Osta prevedono inoltre che le sistemazioni esterne dovranno essere trattate mediante un progetto generale a carattere esaustivo per tutta l’area esterna interessata dal provvedimento di tutela.
In quanto bene tutelato con vincolo del Ministero dei Beni e le Attività Culturali – Soprintendenza dei Beni Culturali Architettonici Paesaggistici e Storici, il futuro atto di compravendita acquisterà efficacia solo quando si sarà realizzata la condizione sospensiva del mancato esercizio della prelazione da parte del Ministero.
 
 

 

Modalità di vendita

MEDIANTE PROCEDURA COMPETITIVA  

Tale modalità di svolgimento prevede che i rilanci possano essere formulati: nella tradizionale forma cartacea 
L’offerta dovrà essere presentata in busta chiusa, con i relativi allegati, (come indicati nell’avviso di vendita ed utilizzando il modello di presentazione offerte scaricabile dal portale www.itasset.it) presso lo studio del curatore Giada Fratini, in Poggibonsi, entro le ore 12:00 del 10 settembre 2024. Si evidenzia inoltre, che per una maggiore flessibilità, gli interessati potranno, previo accordo con lo stesso liquidatore, 0577 933737, concordare altre date per il deposito delle offerte cartacee, che dovranno comunque pervenire entro le ore ed il giorno suddetto.

Quota in vendita

Diritto di piena proprietà

Stato di occupazione

La villa principale e gli accessori risultano liberi in quanto  non abitabili. Invece le aree poste in prossimità dei fabbricati ex colonici di proprietà di terzi, risultano in parte utilizzate da quest’ultimi avendo provveduto a recintarle con reti e siepi arboree, realizzando cordonati e posa di pozzetti. All’interno della villa principale sono presenti alcuni oggetto di arredo, abbandonati ed inutilizzabili, mentre al piano terreno si rilevano materiali edili accantonati da tempo. Il fabbricato risulta occupato da mobilia ed attrezzature di nessun valore commerciale il cui onere di sgombero e smaltimento sarà a carico dell’aggiudicatario.
Si precisa che la curatela previo assenso del Giudice delegato ha provveduto ad incaricare il perito stimatore della procedura di presentare alla Soprintendenza e al comune di Empoli richiesta di parere per lo scorporo dei subalterni 506-507-509-510-513-514-515-516-517-518 della particella catastale 29 del foglio di mappa 32 (porzioni di terreno ricadenti nel vincolo diretto).

Rogito

Il trasferimento del lotto avverrà mediante atto notarile di compravendita che sarà stipulato nelle ordinarie forme privatistiche, con termine a favore della procedura, a ministero del notaio individuato dalla procedura. Il trasferimento avverrà comunque dopo il pagamento del saldo prezzo ed il versamento dell’importo comunicato dal curatore quale spese, diritti, imposte, commissioni ed oneri conseguenti al trasferimento.
Gli onorari del notaio e tutte le spese e gli oneri occorrenti risulteranno a carico dell’aggiudicatario.
Si avvertono gli offerenti che ai sensi dell’art. 108 l.f., la cancellazione delle iscrizioni relative ai diritti di prelazione, nonché delle trascrizioni dei pignoramenti e dei sequestri conservativi e di ogni altro vincolo sull’immobile sarà ordinata dal giudice delegato “una volta eseguita la vendita e riscosso interamente il prezzo”.
In quanto bene tutelato con vincolo del Ministero dei Beni e le Attività Culturali – Soprintendenza dei Beni Culturali Architettonici Paesaggistici e Storici, il futuro atto di compravendita del lotto n. 1 acquisterà efficacia solo quando si sarà realizzata la condizione sospensiva del mancato esercizio della prelazione da parte del Ministero.
A seguito di tale atto il notaio procederà, entro 30 giorni, ad informare la Soprintendenza competente per territorio della vendita di un immobile sottoposto a vincolo di interesse storico­culturale.
Entro i successivi 60 giorni il Ministero dovrà decidere se esercitare o no il diritto di prelazione.
Se decide di esercitarlo, allora, l'immobile verrà trasferito e il pagamento del prezzo verrà effettuato dal Ministero con conseguente restituzione dell’intera somma versata all’aggiudicatario provvisorio previa autorizzazione del Giudice delegato. Se, invece, decide di non esercitarlo, allora l'inerzia del Ministero alla scadenza dei 60 giorni comporta la decadenza del diritto di prelazione. Quindi, non vi è più alcun diritto di prelazione da parte dello Stato. Solo a questo punto il nuovo proprietario diventerà automaticamente proprietario dell'immobile. Il notaio procederà alle dovute trascrizioni.

 

Richiedi Maggiori Informazioni

Per la visione e per ulteriori informazioni, è possibile contattare in qualsiasi orario, anche nei giorni festivi, il referente a lato indicato al numero telefonico o tramite email.

Come arrivare

IN AUTO
da Nord (Milano)

Prendi A51
A15/E33, A12/E80 e SGC Firenze - Pisa - Livorno fino a Empoli.
Prendi l'uscita Empoli da SGC Firenze - Pisa - Livorno
Prendi l'uscita Empoli

 


Da sud (Roma)
A1/E35 fino a Empoli. Prendi l'uscita Empoli Est da SGC Firenze - Pisa - Livorno
Prendi l'uscita Empoli Est verso Empoli Est


TRENO
La stazione ferroviaria è quella di Empoli

 

IN AEREO 

Gli aeroporti più vicini sono quelli di Firenze.

 

Descrizione zona

Situata nella piana dell'Arno nel punto di convergenza tra la Strada statale 67 Tosco Romagnola e la Strada statale 429 di Val d'Elsa, il paese di Ponte a Elsa sorge lungo le rive del fiume Elsa, in prossimità della sua confluenza con l'Arno. Il suo nome deriva appunto dal ponte sul fiume Elsa, di cui si ha notizia sin dal XIII secolo. Questo suddivide il paese fra i comuni di Empoli, in provincia di Firenze, e di San Miniato, in provincia di Pisa; la parte nel comune di Empoli è quella di maggiori dimensioni.

Planimetrie

 

Scheda di sintesi
  •   Tribunale di Firenze
  • Procedura n.Fallimento 65/2022
  • Modalità di Gara Tradizionale (solo in presenza fisica)
  • Tipologia di vendita Competitiva
  • Lotto 1
  • € 445.000
    ,00
  • Luogo della Vendita Poggibonsi
  • Luogo presentazione offerte cartacee Poggibonsi
  • Deposito cauzionale pari al 10% del prezzo offerto
  • Termine per il saldo prezzo 75 giorni
  • Valutazione di Stima (C.T.U.) € 1.360.000,00
  • Base d'asta € 445.000,oo
  • Possibilità di offerta minima € 445.000,oo
  • Rialzo minimo in caso di Gara € 20.000,00
  • Esperimento di Gara V
  • Percentuale di Ribasso
    del Prezzo Base d'Asta
    Rispetto alla Stima del (C.T.U.) - 68%
  • Gara di vendita il12/09/2024 - ore 12.00
  • Termine presentazione
    offerte 10/09/2024 - ore 12.00
  • Rif. F167-1
Maggiori informazioni
Dott. Gianluca Poggiaroni
  • Dott. Gianluca Poggiaroni
  • 3386230816

Richiedi sopralluogo e maggiori info
    Si dichiara di concedere il consenso al trattamento dei dati secondo le indicazioni della Privacy Policy
Manuali e Normative

La presente scheda divulgativa di vendita riporta integralmente informazioni e documenti pervenuti dal professionista incaricato, dal proprio servizio ausiliario o dal portale delle vendite pubbliche edito dal Ministero della Giustizia.
E’ vietata ogni ripubblicazione o riproduzione, anche parziale.



Segnala al nostro staff eventuali inesattezze o errori

Come partecipare alle vendite giudiziarie

Normativa di riferimento
Style Selector
Select the layout
Choose the theme
Preset colors
No Preset
Select the pattern

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi