FABBRICATO POLIVALENTE

GATTEO (FORLÌ CESENA) - Via Pablo Neruda, n. 67

Descrizione della Proprietà
   
 
Stabile a corpo isolato, costituito da quattro piani, di cui uno seminterrato, destinati rispettivamente ad:  uffici, locali deposito-sgombero, incluso il locale tecnico.
Ha una forma planimetrica regolare riconducibile al trapezio rettangolo, analoga alla sagoma della sua particella catastale, che ha la superficie complessiva di 2173 mq, compresi i 620 mq di superficie coperta del fabbricato. L’edificio di fatto è inglobato nell’area dello stabilimento industriale. Esso sebbene abbia un’identità strutturale, architettonica e catastale condivide lo spazio aperto che è in continuità con la sistemazione esterna del complesso industriale.
 
La sua corte esclusiva (di circa 1563 mq) non ha una delimitazione propria e i percorsi di accesso si estendono oltre i confini catastali e continuano negli spazi aperti dello stabilimento, particella n. 65. Pertanto, l’immobile è raggiungibile solo con la viabilità interna dell’opificio, utilizzando la strada principale dell’impianto che dall’innesto con la Via P. Neruda conduce verso la fabbrica, fino al viale e ai parcheggi antistanti l’ingresso principale degli uffici. Quest’ultimi spazi carrai e pedonali sono sempre posizionati nell’area dello stabilimento poiché, la superficie scoperta del cespite oggetto di valutazione è prevalentemente destinata a verde (ex prato) dalla quale emerge solo la rampa di accesso agli uffici. Un piano inclinato rettilineo lungo 13,00 m, largo 2,40 m e rifinito con una pavimentazione tipo porfido percorre tutto il verde antistante la palazzina e, dai parcheggi, conduce all’ingresso degli uffici, proiettando l’esterno nella reception.
 
La pavimentazione stradale è in continuità con il piazzale del complesso industriale ed è presente solo nella parte di corte interposta tra l’edificio amministrativo e l’opificio.
 
– Area urbana della superficie complessiva di 1566 mq sita nel comune di Gatteo (FC), Via P. Neruda snc. E’ una striscia di terra di forma rettangolare, stretta e lunga, interposta tra la corte dello stabilimento e il confine dell’Autostrada. Questa fascia funziona da raccordo altimetrico tra il piano dell’adiacente opificio e la scarpata dell’asse autostradale, non è coltivata ed è tutta coperta da vegetazione spontanea e piante arboree autoctone. I confini sono segnati dalla recinzione continua dell’autostrada e dai canali di scolo, mentre l’accesso avviene solo attraverso l’area dello stabilimento.
 
– Appezzamento di terreno della superficie complessiva di 3773 mq corrispondente al lembo di terreno di forma irregolare, posizionato tra il canale consortile adiacente alla viabilità principale del comparto industriale e la S.P. 33 (via P. Neruda). È una striscia residuale di terra ad andamento geomorfologico non regolare, priva di manufatti e di delimitazioni, non è coltivata ed è completamente invasa dalla vegetazione spontanea (erbacea e arborea). Ha un unico possibile accesso carraio e pedonale collocato a qualche metro dal raccordo tra la viabilità dell’insediamento produttivo e la viabilità urbana della zona.
 
 
DATI CATASTALI
– Unità immobiliare censita nel Catasto Fabbricati del Comune di Gatteo con la p.lla n. 469, foglio n. 9 così descritta:
Comune di Gatteo (Codice: D935), foglio n. 9, particella n. 469, sub. 1, zona cens. -, categoria D/7, classe -, consistenza -, superficie catastale -, rendita: 24060,00€ dati derivanti da: variazione toponomastica del 27.11.2016 protocollo n. FO0103469 in atti dal 27.11.2016 variazione toponomastica derivante da aggiornamento ANSC (N. 38653.1/2016), indirizzo: Via Pablo Neruda 67 piano S1-T-1-2.
– Area urbana censita nel Catasto Fabbricati del Comune di Gatteo con la p.lla n. 474, foglio n. 9 così descritta:
Comune di Gatteo (Codice: D935), foglio n. 9, particella n. 474, sub. – zona cens. – categoria Area Urbana, classe -, consistenza 1566 mq, superficie catastale -, rendita: -, dati derivanti da: variazione toponomastica del 27.11.2016 protocollo n. FO0103470 in atti dal 27.11.2016 variazione toponomastica derivante da aggiornamento ANSC (N. 38654.1/2016), indirizzo: Via Pablo Neruda snc piano T.
– Appezzamento di terreno censito nel Catasto Terreni del Comune di Gatteo con le p.lle n. 535 e n. 548, foglio n. 9 così descritto:
Comune di Gatteo (Codice: D935): foglio n. 9, particella n. 535, sub. – porz. – qualità classe seminativo arborato 3, Superficie (mq) 1843 Deduz AH; AH3, Reddito Dominicale 8,69€ Reddito Agrario 8,09€, dati derivanti da: frazionamento del 03/07/1992 in atti dal 03/07/1992 (n. 2022.24/1992).
Comune di Gatteo (Codice: D935): foglio n. 9, particella n. 548, sub. – porz. – qualità classe relit. strad., Superficie (mq) 1930 Deduz -, Reddito Dominicale – Reddito Agrario – dati derivanti da: variazione d’ufficio del 03/07/1992 in atti dal 06/07/1992 TF 2022/92 (n. 2022.29/1992).
 
 
CONFORMITÀ CATASTALE, EDILIZIA ED URBANISTICA
Dal certificato di destinazione urbanistica rilasciato dal Comune di Gatteo, del 20 maggio 2020, risulta che le aree oggetto di valutazione sono regolamentate dal Piano Strutturale Intercomunale (P.S.C.) con il Regolamento Urbanistico ed Edilizio (R.U.E.), e si riporta che:
– la corte del fabbricato p.lla 469 e l’appezzamento di terreno adiacente alla strada di accesso allo stabilimento, foglio 9 mappale n. 535, sono classificati Ambiti consolidati per attività produttive nel P.S.C. e Tessuti specializzati produttivi – manifatturieri – terziari nel RUE;
– l’appezzamento di terreno adiacente alla strada tangenziale, foglio 9 mappale 548, ha due classificazioni. Una parte della superficie è classificata area di pertinenza stradale, sia nel P.S.C che nel RUE, come l’area urbana, foglio 9, mappale n. 474. La restante superficie rientra nella zona classificata Ambiti consolidati per attività produttive nel P.S.C. e Tessuti specializzati produttivi – manifatturieri – terziari nel RUE;
Dalla verifica urbanistico-edilizia non sono emerse irregolarità tra gli elaborati grafici (piante e prospetti) approvati e il fabbricato realizzato. Il confronto tra la documentazione tecnica allegata ai titoli abilitativi (copie rilasciate dall’Amministrazione Comunale di Gatteo con richiesta di accesso agli atti) e lo stato dei luoghi ha rilevato solo la diversa distribuzione degli spazi interni, per una differente posizione della tramezzatura dei vani. Altrettanto dicasi per quanto attiene alle piante catastali che ripetono le piante di progetto e indicano l’altezza dei piani al lordo della controsoffittatura.
Il Certificato di Agibilità della palazzina non è stato rilevato né tra la documentazione rilasciata dall’Ufficio Comunale di Gatteo né tra la documentazione dell’azienda. Tuttavia, sono presenti:
• due Certificati elaborati ai sensi dell’Art. 28 della L. 2.2.1974, n. 64 “Provvedimenti per le costruzioni con particolari prescrizioni per le zone sismiche”, redatti dalla Regione Emilia Romagna – Servizio Provinciale Difesa del Suolo Risorse Idriche e Forestali Forlì- Ufficio Distaccato di Cesena, rilasciati per certificare che i lavori di sopraelevazione della palazzina sono stati eseguiti nel rispetto delle norme sismiche di cui all’anzidetta Legge n. 64, per le zone con grado di sismicità S=9.
Certificato n. 2145/95 di prot. generale del 28 aprile 1995, Autorizzazione n. 3165/92 (prot. sismico) Variante alla n. 4046/90 (prot. sismico) e Certificato n. 2172/95 di prot. Generale del 24 aprile 1995, Autorizzazione n.4256/94 (prot. sismico), Variante alla n. 3894/92 (prot. sismico);
 • gli Atti Unici di Collaudo: Atto del 20.03.1995 prot n. 2148 del 22 marzo 1995 (autorizzazione n. 3165/92), Atto del 20.03.1995 prot n. 2173 del 22 marzo 1995 (autorizzazione n. 4256/94) e Atto Unico di Collaudo del 20.03.1995 prot n. 2174 del 22 marzo 1995 (autorizzazione n. 4256/94).
Per quanto è stato possibile constatare con il sopralluogo, nell’immobile non è stata individuata la presenza di materiali o di prodotti contenenti amianto libero o in matrice friabile.
In conclusione, le difformità urbanistico-edilizie rilevate sono sanabili con un Titolo Abilitativo in Sanatoria mentre, le piante catastali possono essere aggiornate con la procedura DOCFA per renderle conformi alla distribuzione reale degli spazi.
 
 
FORMALITÀ, SERVITÙ, VINCOLI E ONERI
Per quanto attiene agli obblighi vincoli e oneri si riporta:
– la servitù di elettrodotto. Alcuni terreni sono gravati dalla servitù inamovibile di elettrodotto trascritta presso la Conservatoria dei Registri Immobiliari di Forlì in data 18 febbraio 1987 al n 1476 di formalità a favore dell’Enel e gravante sui mappali 136 e 331 del foglio catastale n. 9. Dalla planimetria dei vincoli del PSC la linea dorsale dell’elettrodotto percorrerebbe il confine nord delle p.lle n. 700 e 703, attraverserebbe la via Comunale Campagnola e seguirebbe il confine sud delle p.lle n. 428 e n. 429, fino alla cabina posizionata nella particella dello stabilimento lungo la strada principale, dopo il box prefabbricato.
– la servitù di passaggio a favore della palazzina uffici, p.lla 469 foglio n. 9, trascritta presso la Conservatoria dei Registri Immobiliari di Forlì in data 22 novembre 1991 ai numeri 7526/10549 con atto del Notaio Alberto Ricci redatto in data 30 settembre 1993, gravante sui mappali 65 e n. 313 del foglio n. 9.
– vincolo del P.T.C.P. rilevabile dai vigenti strumenti urbanistici (PSC e RUE) che comprende tutta l’area ove gravitano gli immobili oggetto di valutazione.
Oltre a suddetti vincoli e servitù, la vendita degli immobili a parte dal resto dei beni che identificano l’intero complesso industriale determina la composizione delle seguenti interferenze da regolamentare: obblighi con tutti i sottoservizi a rete (rete acque nere e bianche, idrica, elettrica, gas, pubblica illuminazione, dati e telefonica) che allo stato attuale sono a servizio di tutto lo stabilimento; obbligo di passaggio per poter accedere al fazzoletto di terra interposto tra il confine autostradale e la corte dello stabilimento (p.lla 474).
 
Modalità di vendita

MEDIANTE PROCEDURA COMPETITIVA SINCRONA MISTA

Tale modalità di svolgimento prevede che i rilanci possano essere formulati, nella medesima unità di tempo, sia in via telematica ovvero in alternativa,  comparendo innanzi al curatore del fallimento;
Le offerte potranno essere presentate, alternativamente,  come di seguito:

1) telematicamente (offerta telematica) collegandosi al sito https://pvp.giustizia.it  o al portale del gestore della vendita telematica www.spazioaste.it:

L’offerta di acquisto, anche ai fini della partecipazione alla gara, dovranno pervenire dagli offerenti entro le ore 13.00 del 3 luglio 2024, in via telematica all’interno dei portali sopra indicati, previa registrazione, seguendo le indicazioni riportate e contenute nel “manuale utente” disponibile all’interno del portale PST Giustizia.

OPPURE

2) nella tradizionale forma cartacea (offerente tradizionale):
L’offerta tradizionale dovrà essere presentata in busta chiusa, con i relativi allegati, (come indicati nell’avviso di vendita ed utilizzando il modello di presentazione offerte scaricabile dal portale www.itasset.it) presso lo studio del curatore, dott. Enrico di Nucci,  entro le ore 13.00 del 3 luglio 2024. Si evidenzia inoltre, che per una maggiore flessibilità, gli interessati potranno, previo accordo con lo stesso curatore fallimentare  concordare altre date per il deposito delle offerte cartacee, che dovranno comunque pervenire entro le ore ed il giorno suddetto.

Quota in vendita

Diritto di piena proprietà

Stato di occupazione

Gli immobili risultano liberi da persone. Eventuali mobili ed attrezzature, anche di nessun valore commerciale, rifiuti, anche speciali, presenti nell’immobile o all’interno dei macchinari ivi presenti, dovranno essere correttamente sgomberati e/o smaltiti a cura e a carico dell’aggiudicatario.

 

Rogito

Il trasferimento del lotto avverrà mediante atto notarile di compravendita che sarà stipulato nelle ordinarie forme privatistiche, con termine a favore della procedura, a ministero del notaio individuato dalla procedura. Il trasferimento avverrà comunque dopo il pagamento del saldo prezzo ed il versamento dell’importo comunicato dal curatore quale spese, diritti, imposte, commissioni ed oneri conseguenti al trasferimento.
Gli onorari del notaio e tutte le spese e gli oneri occorrenti risulteranno a carico dell’aggiudicatario.
Si avvertono gli offerenti che la cancellazione delle iscrizioni relative ai diritti di prelazione, nonché delle trascrizioni dei pignoramenti e dei sequestri conservativi e di ogni altro vincolo sull’immobile sarà effettuata “una volta eseguita la vendita e riscosso interamente il prezzo”.
Non potrà però procedersi alla cancellazione dei sequestri disposti dal giudice penale, né alle domande giudiziali, per le quali sarà necessario rivolgersi al giudice competente.

Richiedi Maggiori Informazioni

Per la visione e per ulteriori informazioni, è possibile contattare in qualsiasi orarioanche nei giorni festivi, il referente a lato indicato al numero telefonico o tramite email.

Come arrivare

IN AUTO:

Autostrada A14 uscita Valle del Rubicone (a Gatteo)
Strada Statale Emilia n. 9


IN TRENO

Sulla linea Rimini-Ravenna si scende alla stazione di Gatteo a Mare.


IN AEREO

Gli aeroporti più vicini sono Rimini (25 km) e Bologna (100 km).

Descrizione zona

Gatteo è un comune italiano di 9327 abitanti della provincia di Forlì-Cesena in Emilia-Romagna. Il territorio comunale di Gatteo, situato in una fertile pianura, ha una conformazione allungata ed è delimitato dal torrente Rigossa e dal fiume Rubicone, estendendosi fino al mare Adriatico. La realizzazione del nuovo svincolo autostradale Valle del Rubicone si inserisce nel quadro di una valorizzazione turistica della zona del Rubicone e della costa Adriatica, contribuendo allo sviluppo e al potenziamento delle capacità ricettive dell'intera area.

Planimetrie

Scheda di sintesi
  •   Tribunale di Campobasso
  • Procedura n.Fallimento 2/2016
  • Modalità di Gara Sincrona mista
  • Tipologia di vendita Competitiva
  • Lotto 1
  • € 1.727.000
    ,00
  • Luogo della Vendita Campobasso
  • Luogo presentazione offerte cartacee Campobasso
  • Deposito cauzionale pari al 10% del prezzo offerto
  • Deposito in conto spese 5%
  • Termine per il saldo prezzo 75 giorni
  • Valutazione di Stima (C.T.U.) € 2.255.792,oo
  • Base d'asta € 1.727.000,oo
  • Possibilità di offerta minima € 1.727.000,oo
  • Rialzo minimo in caso di Gara € 20.000,00
  • Esperimento di Gara III
  • Percentuale di Ribasso
    del Prezzo Base d'Asta
    Rispetto alla Stima del (C.T.U.) - 24%
  • Gara di vendita il05/07/2024 - ore 14.30
  • Termine presentazione
    offerte 03/07/2024 - ore 13.00
  • Rif. F191-1
Maggiori informazioni
Dott. Gianluca Poggiaroni
  • Dott. Gianluca Poggiaroni
  • 3386230816

Richiedi sopralluogo e maggiori info
    Si dichiara di concedere il consenso al trattamento dei dati secondo le indicazioni della Privacy Policy
Manuali e Normative

La presente scheda divulgativa di vendita riporta integralmente informazioni e documenti pervenuti dal professionista incaricato, dal proprio servizio ausiliario o dal portale delle vendite pubbliche edito dal Ministero della Giustizia.
E’ vietata ogni ripubblicazione o riproduzione, anche parziale.



Segnala al nostro staff eventuali inesattezze o errori

Come partecipare alle vendite giudiziarie

Normativa di riferimento
Style Selector
Select the layout
Choose the theme
Preset colors
No Preset
Select the pattern

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi